È stato inaugurato il progetto Mura Aperte del Comune di Ferrara

HomeLavoriArte e CulturaÈ stato inaugurato il progetto Mura Aperte del Comune di Ferrara
12 Luglio 2022

Al via il progetto “Mura Aperte” del Comune di Ferrara, finanziato da fondi POR FESR – FSC, e che ha come madrina d’eccezione Alessia Maurelli, capitana della squadra nazionale di ginnastica ritmica, nota come “Le Farfalle”: mappa interattiva, video immersivi, podcast multilingua e un innovativo percorso in Realtà Aumentata.

Il Progetto “Mura Aperte” del Comune di Ferrara, finanziato da fondi POR FESR-FSC, ha lo scopo di valorizzare alcuni spazi collocati nella zona delle Mura sud, recuperati con interventi di restauro per attuare una “ricucitura” delle Antiche Mura per valorizzarne la forma, l’identità urbana, e per favorirne lo sviluppo delle funzioni territoriali culturali, turistiche, di mobilità sostenibile e ricreative.
Questo tratto di mura sarà, inoltre, oggetto di interventi di rigenerazione nell’ambito della prossima Programmazione FESR 2021-2027 che al momento si trova in fase di conclusione da parte della Regione Emilia Romagna e di cui potremo dare notizia negli ultimi mesi del 2022, con realizzazione dal 2023.

Gli interventi realizzati

Uno dei maggiori interventi riguarda Porta Paola, il varco monumentale della città: al suo interno è stato creato un Visitor Center tecnologico e installata una SmartMap bifacciale interattiva che permette ai visitatori di conoscere e approfondire la storia legata alla parte sud delle Mura ferraresi. Nello specifico, i visitatori potranno interagire con contenuti sia in lingua italiana che in inglese: da un lato del pannello, sarà possibile ascoltare il podcast prodotto per il progetto e dare inizio all’esperienza in Realtà Aumentata che li condurrà lungo le Mura, semplicemente inquadrando col proprio smartphone i QRCode sulla mappa; dall’altro, si potrà invece visionare una linea del tempo che evidenzierà, per punti, i principali interventi apportati al tratto di Mura protagonista dell’intervento di valorizzazione.

Il podcast è stato realizzato in due lingue (inglese e italiano) e si compone di 6 puntate della durata di circa 3 minuti, ognuna delle quali con lo scopo di valorizzare l’attività di recupero che ha interessato quel tratto di Mura. La “puntata zero” del podcast è dedicata a una panoramica generale del progetto di restauro, a cui seguono le puntate dedicate ai principali punti d’interesse: Porta Paola, Baluardo di San Lorenzo, Baluardo dell’Amore ed Ex Teatro Verdi. A chiudere il cerchio, una puntata che regala consigli utili per chi vuole vivere le Mura facendo sport all’aria aperta. Lo spessore scientifico del podcast è merito della collaborazione con le personalità che hanno seguito e diretto da vicino gli interventi di restauro, i quali, oltre ad aver messo a disposizione la loro professionalità, hanno prestato anche la loro voce: Francesco Scafuri, storico di Ferrara; Michele Pastore, architetto e direttore dei lavori di restauro di Porta Paola; Natascia Frasson, architetto e dirigente del servizio beni monumentali e patrimonio del Comune di Ferrara; e Rossella Bizzi, architetto e direttore dei lavori di restauro dell’Ex Teatro Verdi. I podcast potranno essere ascoltati sia in loco, inquadrando i QRCode presenti sulla SmartMap, ma anche “a distanza” cercando “Mura Aperte” nelle library delle più note piattaforme di audio streaming con l’obiettivo di ampliare l’audience in direzione delle nuove generazioni.

Un altro intervento dall’alto valore tecnologico è sicuramente il tour delle Mura in Realtà Aumentata, per cui è stata sviluppata un’innovativa Web App fruibile da smartphone senza la necessità di scaricare alcuna applicazione. Inquadrando il QRCode dedicato sulla SmartMap, il visitatore è in grado di attivare all’interno di Porta Paola l’esperienza in Realtà Aumentata – resa disponibile in due lingue (italiano e inglese) e con un sistema di sottotitolazione per non udenti e ipoudenti – e viene invitato ad attivare il resto dei contenuti lungo le Mura di Ferrara grazie a un sistema di geolocalizzazione. L’obiettivo di valorizzazione nello sviluppo dello storytelling ha interessato il tratto meridionale delle Mura fino al Baluardo dell’Amore. Sarà compito di Luca D’Addino, l’attore che vestirà i panni dell’avatar di Giovan Battista Aleotti – architetto protagonista della fortificazione bastionata di questo tratto a fine ‘500 – accompagnare il visitatore lungo il percorso indicato e raccontare lo sviluppo delle Mura dai primi anni del Ducato Estense fino ai giorni d’oggi con la recente opera di restauro. Un percorso sviluppato per attrarre un pubblico ampio con particolare attenzione verso i più giovani, l’inclusione sociale e delle disabilità. Arricchiscono l’esperienza game didattici che attivano contenuti extra e danno la possibilità di scoprire ulteriori curiosità che mettono in relazione la storia del manufatto all’epoca recente e all’evoluzione della città. Infine, viene data l’opportunità ai visitatori di immortalare la propria immagine in Realtà Aumentata con avatar digitali legati alla storia delle Mura che potranno essere condivisi sui social media.

Oltre alla SmartMap, all’interno del Visitor Center, sarà disponibile un video illustrativo del progetto in italiano e sottotitolato in inglese che invita i visitatori a interagire con la mappa e, di conseguenza, ad ascoltare i podcast e/o a immergersi nell’esperienza in Realtà Aumentata. Il video mostra suggestive immagini del tratto di Mura protagonista accompagnate dal voice over dello stesso attore che ha prestato la voce all’avatar in Realtà Aumentata di Giovan Battista Aleotti. Per realizzare tale prodotto, durante la campagna di riprese, sono state impiegate le tecnologie audio-video più all’avanguardia come ad esempio droni ultra leggeri e veloci.

Il progetto è stato inoltre promosso grazie alla partnership con due importanti testate giornalistiche e relativi canali online del settore arte e turismo: Exibart e Turisti per caso (Gruppo Valica). Tale media partnership prevede la pubblicazione di molteplici post sponsorizzati e organici sulle diverse piattaforme social, newsletter dedicate e l’inserimento del progetto nel calendario eventi.

La madrina del progetto, Alessia Maurelli

A fare da madrina al progetto, Alessia Maurelli, atleta di fama internazionale capitana della squadra nazionale di ginnastica ritmica (nota come “Le Farfalle”): due ori e due argenti agli Europei di Tel Aviv del 2022, bronzo olimpico a Tokyo 2021, 4° classificata ai Giochi di Rio de Janeiro, cavaliere all’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e aviere capo del Centro Sportivo Aeronautica Militare. Il coinvolgimento della ginnasta è frutto della preziosa collaborazione con i vertici e la Direzione dell’Ufficio Comunicazione di Federginnastica, la quale ha dato anche il suo patrocinio all’evento inaugurale.

Domenica 26 giugno infatti, l’atleta – d’adozione ferrarese – ha presenziato all’inaugurazione del progetto e, dopo un primo momento istituzionale presso l’Ex Teatro Verdi in cui le è stato consegnato un riconoscimento da parte del Comune, ha visitato Porta Paola, interagito con i contenuti presenti sulla SmartMap ed è stata guidata nel tour in Realtà Aumentata lungo il percorso indicato, condividendo con la sua fedele e affezionata social community l’intera esperienza.

La realizzazione del progetto ci è stata affidata dal Comune tramite procedura pubblica, e per l’occasione abbiamo coinvolto ARtGlass®, azienda del Gruppo leader nella creazione di soluzioni ed esperienze di Realtà Aumentata per la cultura e il turismo, e gli specialisti di EArs, professionisti nella produzione audio.

Sviluppo e Innovazione
per la Cultura
e le Eccellenze

Seguici:
Capitale Cultura SAS
Sede legale e operativa

Stradone Porta Palio, 66
37122 Verona (VR)
Tel. +39 045 2376168
E-mail: info@capitalecultura.com
PEC: capitalecultura@pec.capitalecultura.com

Capitale Cultura SAS
Business Office

via A. Boito 130
20900 Monza (MB)
Phone +39 335 1237363

Capitale Cultura SAS
Business Office

Via V. Giuffrida, 37

95126 Catania (CT)
Phone +39 335 1237363

Capitale Cultura International SAGL

Via Somaini, 5
6901 Lugano, Svizzera
Tel. +41 91 967 2000
E-mail: international@capitalecultura.com

© Capitale Cultura SAS 2021 All rights reserved.