PORDENONE LAVORA CON IMPEGNO ALLA STESURA DELLA CANDIDATURA A CITTA’ DEL LIBRO PER IL 2022 CON IL COORDINAMENTO DI CAPITALE CULTURA GROUP

HomeWorksArt and culturePORDENONE LAVORA CON IMPEGNO ALLA STESURA DELLA CANDIDATURA A CITTA’ DEL LIBRO PER IL 2022 CON IL COORDINAMENTO DI CAPITALE CULTURA GROUP
22 June 2021

È già di alcuni giorni fa la notizia per la quale Pordenone ha deciso di presentare la sua candidatura a Città del Libro per il 2022.
La scadenza è ravvicinata – il bando, infatti, indica il giorno 11 luglio come termine ultimo per la presentazione delle domande – e il lavoro è tanto, ma le idee, emerse nel corso della prima riunione operativa tra Comune, Fondazione Pordenonelegge e le associazioni del territorio, sono molteplici e innovative.

A capitanare il lavoro è il Comune nella veste dell’assessorato comunale alla cultura che si è avvalso dell’ausilio e dell’esperienza di Fondazione Pordenonelegge che, come recita lo statuto si occupa della promozione della cultura “quale fattore di sviluppo sociale ed economico con azioni specifiche attente anche a valorizzare il territorio della provincia di Pordenone e, in modo più ampio, quello regionale”.

A sua volta la Fondazione, che in passato si è rivolta a Capitale Cultura Group per attività di business development e fundraising, ha dato l’incarico di coordinamento del dossier al Gruppo che, con l’expertise del suo fondatore e l’aiuto del team, si sta occupando di coordinare il lavoro di tutti gli stakeholders.

La riunione di venerdì è stata condotta nel segno dell’operatività, già a partire dalle parole dell’assessore alla cultura Pietro Tropeano che ha precisato il valore della cultura per la città: «Una città la nostra che continua a vivere di cultura grazie a voi e a chi come voi fa tanto per la comunità. In questi anni ho avuto modo di conoscere chi sta dietro alle associazioni e lavora nel segno della qualità. Abbiamo visto tanti grandi eventi e non mi riferivo solo ai festival conosciuti. Oggi siamo qui soprattutto per ascoltare voi, le vostre idee». Concetto ribadito anche da Flavia Leonarduzzi, dirigente del Comune, che ha aggiunto: «Siamo partiti da una forte presenza della biblioteca della città, collegata alle biblioteche di quartiere e anche alle tante associazioni che hanno biblioteche tematiche. Abbiamo pensato di poter pensare in grande perché alcuni obiettivi del bando, come la diffusione dell’abitudine alla lettura, il far aumentare il numero dei lettori, la promozione delle biblioteche e delle librerie già ci appartengano. Noi ci crediamo».

La parola è poi passata ad Antonio Scuderi che ha invitate tutte le realtà sedute attorno al tavolo a riflettere sul reale valore aggiunto che una città come Pordenone può apportare nel campo del libro e della lettura. E non sono mancati certo gli spunti da parte dei presenti che, da diversi punti di vista, hanno sottolineato la necessità di prestare attenzione al concetto di lettura, prima ancora che a quello di libro, e all’inclusività che questa azione porta con sé.

Adesso mancano poche settimane e le associazioni, insieme al Comune e a tutti le realtà interessate, organizzeranno tavoli di lavoro partecipativi in cui mettere a punto e limare le idee che si stanno costruendo con la complicità e l’interesse di tutti e con l’obiettivo di consegnare un Dossier innovativo e ricco di attività rivolte a tutti.

Sviluppo e Innovazione
per la Cultura
e le Eccellenze

Seguici:
Capitale Cultura SAS
Sede legale e operativa

Stradone Porta Palio, 66
37122 Verona (VR)
Tel. +39 045 2376168
E-mail: info@capitalecultura.com
PEC: capitalecultura@pec.capitalecultura.com

Capitale Cultura SAS
Business Office

via A. Boito 130
20900 Monza (MB)
Phone +39 335 1237363

Capitale Cultura SAS
Business Office

Via V. Giuffrida, 37

95126 Catania (CT)
Phone +39 335 1237363

Capitale Cultura International SAGL

Via Somaini, 5
6901 Lugano, Svizzera
Tel. +41 91 967 2000
E-mail: international@capitalecultura.com

© Capitale Cultura SAS 2021 All rights reserved.